logo-sito

slide-27 slide-20 slide-21 slide-22 slide-23 slide-24 slide-25 slide-26 slide-28 slide-29 slide-30 slider-31 slide-32
slide-22.jpg

I Luoghi della Colombaia

Consiste in quattro vani sovrapposti di cui il primo è il vano cisterna, a pianta circolare, scavata nella roccia, alla quale si accedeva attraverso una botola dal piano sovrastante; il secondo vano a 12 mt. di altezza, presenta l’ingresso originario; subito dopo una scala collega il secondo piano al terzo.

l'Ultimo piano ha la volta a ombrello. che serviva, durante il periodo bellico, al centralino della Marina Militare, ivi installato.

 

Ad una altezza di m. 22,50 si può notare una cerchiatura in ferro

resasi necessaria per le molteplici lesioni venutesi a creare alle pareti della torre. Alla sua base, per un’altezza di circa 7 metri troviamo enormi blocchi di svariate dimensioni ben squadrati di calcarenite giallo-scuro, molto compatto, mentre il resto della torre è stato realizzato con calcarenite dalle dimensioni di fascia di m. 0,22 x 0,62. Delle otto pareti solo quattro si possono apprezzare dal prospetto principale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulla prima, procedendo in senso orario, si scorge una lesione (che è stata riparata dopo l'analisi)

che va dalla cerchiatura alla base della torre.
Sulla seconda, ad un’altezza di m. 24,00 vi è una finestra ad arco a tutto sesto.
In un’altra parete incontriamo due finestre di cui una ad arco a tutto sesto, tracce di un pluviale incassato e di alcune lesioni sparse.
Si esclude la preesistenza di una parete alla base della torre in quanto, chiaramente la compagine muraria è intatta salvo uno squarcio (m. 1,90 x 1,18) irregolarmente praticato a partire dalla metà del secondo filare dei grossi conci di fondazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I Luoghi della Colombaia

Consiste in quattro vani sovrapposti di cui il primo è il vano cisterna, a pianta circolare, scavata nella roccia, alla quale si accedeva attraverso una botola dal piano sovrastante; il secondo vano a 12 mt. di altezza, presenta l’ingresso originario; subito dopo una scala collega il secondo piano al terzo.

l'Ultimo piano ha la volta a ombrello. che serviva, durante il periodo bellico, al centralino della Marina Militare, ivi installato.

 

Ad una altezza di m. 22,50 si può notare una cerchiatura in ferro

resasi necessaria per le molteplici lesioni venutesi a creare alle pareti della torre. Alla sua base, per un’altezza di circa 7 metri troviamo enormi blocchi di svariate dimensioni ben squadrati di calcarenite giallo-scuro, molto compatto, mentre il resto della torre è stato realizzato con calcarenite dalle dimensioni di fascia di m. 0,22 x 0,62. Delle otto pareti solo quattro si possono apprezzare dal prospetto principale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sulla prima, procedendo in senso orario, si scorge una lesione (che è stata riparata dopo l'analisi)

che va dalla cerchiatura alla base della torre.
Sulla seconda, ad un’altezza di m. 24,00 vi è una finestra ad arco a tutto sesto.
In un’altra parete incontriamo due finestre di cui una ad arco a tutto sesto, tracce di un pluviale incassato e di alcune lesioni sparse.
Si esclude la preesistenza di una parete alla base della torre in quanto, chiaramente la compagine muraria è intatta salvo uno squarcio (m. 1,90 x 1,18) irregolarmente praticato a partire dalla metà del secondo filare dei grossi conci di fondazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Appello

Possiedi foto, quadri, filmati, documenti o ricordi che riguardano la Colombaia?
Contatta il Luigi Bruno - Presidente dell'Associazione Salviamo la Colombaia - Cell. 339/8002539
oppure invia una segnazione tramite mail dalla pagina dei contatti sul nostro sito.