logo-sito

slide-27 slide-20 slide-21 slide-22 slide-23 slide-24 slide-25 slide-26 slide-28 slide-29 slide-30 slider-31 slide-32
slide-32.jpg

Colombaia di Trapani. Una convenzione per la gestione congiunta del sito la renderà fruibile.

colombaia aerea

L'Assessorato Regionale ai beni culturali aveva convocato nello scorso mese di aprile , una riunione operativa con rappresentanti delle istituzioni preposte e associazioni interessate per valutare l'opportunità della stipula di una convenzione per una gestione congiunta della Colombaia , avendo preso coscienza dell'impossibilità, con proprio personale, di rendere fruibile il bene, e decidendo pertanto di coinvoinvolgere più soggetti anche privati nella gestione del sito.

Nel corso di un incontro svoltosi tra i rappresentanti degli enti (Capitaneria di Porto, Lega navale, Polo Museale Pepoli) e l'Associazione Salviamo la Colombaia coinvolti ad una eventuale gestione congiunta del sito è stata tracciata la bozza della convenzione da presentare lunedì prossimo all'Assessorato Regionale ai Beni culturali, la cui stesura è stata affidata all'arch. Luigi Biondo, direttore del Polo museale.

"Si tratta di attivare una forte azione di partecipazione in favore di un monumento di alta valenza storica in modo da potere operare con maggior determinazione per un suo felice futuro – ha affermato il presidente dell'Associazione Salviamo la Colombaia Luigi Bruno - la fruizione della Colombaia deve essere, negli intenti dei promotori dell'iniziativa della sua gestione, "ragionata" perché, spiega Bruno - si tratta di coniugare la diffusione della conoscenza della storia del monumento con la sua salvaguardia e, anzi, l'ottenimento dei fondi per il suo definitivo restauro."

Un ipotesi di progetto di restauro che potrebbe tracciare una strada da percorrere è stato presentatata lo scorso anno in occasione del seminario "La Colombaia Dall'abbandono all'accoglienza turistica" - oggetto dellai tesi di specializzazione tenutasi presso l'Università di Napoli Federico II, dagli Arch. Raffaela Di Martino e Luisa Romano sotto la supervisione della Prof.ssa Arch. Renata Picone .

Colombaia di Trapani. Una convenzione per la gestione congiunta del sito la renderà fruibile.

colombaia aerea

L'Assessorato Regionale ai beni culturali aveva convocato nello scorso mese di aprile , una riunione operativa con rappresentanti delle istituzioni preposte e associazioni interessate per valutare l'opportunità della stipula di una convenzione per una gestione congiunta della Colombaia , avendo preso coscienza dell'impossibilità, con proprio personale, di rendere fruibile il bene, e decidendo pertanto di coinvoinvolgere più soggetti anche privati nella gestione del sito.

Nel corso di un incontro svoltosi tra i rappresentanti degli enti (Capitaneria di Porto, Lega navale, Polo Museale Pepoli) e l'Associazione Salviamo la Colombaia coinvolti ad una eventuale gestione congiunta del sito è stata tracciata la bozza della convenzione da presentare lunedì prossimo all'Assessorato Regionale ai Beni culturali, la cui stesura è stata affidata all'arch. Luigi Biondo, direttore del Polo museale.

"Si tratta di attivare una forte azione di partecipazione in favore di un monumento di alta valenza storica in modo da potere operare con maggior determinazione per un suo felice futuro – ha affermato il presidente dell'Associazione Salviamo la Colombaia Luigi Bruno - la fruizione della Colombaia deve essere, negli intenti dei promotori dell'iniziativa della sua gestione, "ragionata" perché, spiega Bruno - si tratta di coniugare la diffusione della conoscenza della storia del monumento con la sua salvaguardia e, anzi, l'ottenimento dei fondi per il suo definitivo restauro."

Un ipotesi di progetto di restauro che potrebbe tracciare una strada da percorrere è stato presentatata lo scorso anno in occasione del seminario "La Colombaia Dall'abbandono all'accoglienza turistica" - oggetto dellai tesi di specializzazione tenutasi presso l'Università di Napoli Federico II, dagli Arch. Raffaela Di Martino e Luisa Romano sotto la supervisione della Prof.ssa Arch. Renata Picone .

Appello

Possiedi foto, quadri, filmati, documenti o ricordi che riguardano la Colombaia?
Contatta il Luigi Bruno - Presidente dell'Associazione Salviamo la Colombaia - Cell. 339/8002539
oppure invia una segnazione tramite mail dalla pagina dei contatti sul nostro sito.